Cuneo e la Basilica

Cuneo è una città piemontese posta su una terrazza alluvionale a forma di “cuneo” (da qui deriva il suo nome). Questa città offre moltissime attrazioni culturali, ma la più nota è il Santuario di Vicoforte, una tra le chiese monumentali più importanti del Piemonte.

La definizione “monumentale” deriva dal fatto che questa struttura nacque come santuario medievale, il cui simbolo era un pilone decorato da un affresco risalente al ‘400, che raffigurava la Madonna con il Bambino. Un fatto inaspettato rese ancor più celebre questa struttura, infatti nel ‘500 un cacciatore, per sbaglio, colpì l’immagine della Vergine, deturpando cosi la splendida opera, ancora conservata in una delle cappelle del Santuario.

La leggenda narra che in conseguenza all’accaduto, la Madonna iniziò a piangere sangue, e da qui la città di cuneo fu ancora più suggestiva per i turisti da tutto il mondo. Alla fine del ‘500 il duca Carlo Emanuele I di Savoia commissionò la costruzione di un grande santuario, iniziato dall’architetto e ultimato nel Settecento da Francesco Gallo, che costruì quella che tutt’ora è il simbolo di questa località in tutto il mondo, ossia la cupola ellittica, definita la più grande del mondo.

La cupola in questione misura 74 metri di altezza, possiede diametri di 25 e 36 metri e presenta moltissime decorazioni che ricoprono la sua superficie di oltre seimila metri quadrati. Solo alla fine dell’Ottocento vennero eseguite le ultime migliorie, rappresentate dai quattro campanili, sui quali è facile notare la diversità di stile, rispetto al resto del complesso, caratteristica dovuta proprio al periodo in cui sono state erette.

L’interno della basilica è di spettacolare bellezza, grazie agli altrettanto spettacolari dipinti rappresentanti la storia della salvezza, che la caratterizzano. Anche dall’interno, la cupola rimane il gioiello di questa struttura con, al suo centro, un elegante e piccolo tempio impreziosito da marmi e statue, da ammirare in tutta la sua suggestività. La basilica ospita 4 cappelle, ognuna dedicata in onore di un santo, e due delle quali ospitanti monumenti dedicati al Duca Carlo Emanuele I, e alla figlia Margherita.

La visita a questo splendido santuario termina con l’adiacente monastero, imponente cpostruzione quadrilatera unita alla basilica da un corridoio detto “ala di Madama reale”.

Cuneo e la sua rilevanza storica e religiosa sono sono conosciute in tutto il mondo proprio per tutto questo patrimonio che rende la città uno splendido stralcio di storia!

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.