Gambe sgonfie e riposate con le calze elastiche

Le calze elastiche a compressione graduata

Chi soffre di insufficienza venosa, ossia di problemi legati alla circolazione periferica, sa bene che oltre a condurre un corretto stile di vita, una dieta alimentare corretta e una giusta pratica sportiva deve sostenere le proprie gambe utilizzando delle calze a compressione graduata, anche note come calze elastiche.

Infatti, chiunque le abbia provate, può affermare di avere gambe sgonfie e riposate con le calze elastiche, ossia di non tornare a casa la sera con le gambe pesanti e che sentono il bisogno di essere tenute sollevate per riprendersi dalla stanchezza. Si tratta, quindi, di un sostegno fondamentale per la circolazione e anche per garantire una maggiore operatività a quante le indossano.

Oggi, le moderne calze elastiche a compressione graduata sono realizzate in modo da non essere molto differenti dalle comuni calze coprenti: in questo modo possono essere indossate facilmente, ossia senza doverle nascondere perché anti-estetiche come i vecchi modelli che si portavano fino a una decina di anni fa.

Perché si chiamano a compressione graduata

Uno dei problemi principali dell’insufficienza venosa è che il sangue non riesce a risalire in maniera corretta lungo la gamba, ossia dalla caviglia al polpaccio alla coscia. Questa problematica è tanto più sentita quando le persone che soffrono di insufficienza venosa svolgono lavori in piedi. Stare a lungo fermi e in piedi, infatti, rappresenta un vero e proprio pericolo anche per quante hanno una circolazione perfetta.

Le calze a compressione graduata esercitano una pressione che si estende in maniera differente dalle caviglie alle cosce in modo da garantire il giusto ricircolo del sangue. In questo modo si potrà avere la certezza di mantenere, durante tutta la giornata, gambe sgonfie e riposate con le calze elastiche a compressione graduata.

Tipologie di calze a compressione

In commercio esistono due differenti tipi di calze a compressione graduata:
– le calze preventive
– le calze terapeutiche

La differenza dipende dal grado di compressione. Le calze preventive presentano una pressione minore e sono molto indicate per quante non soffrono di insufficienza venosa ma, dovendo svolgere il proprio lavoro sempre in piedi, possono comunque avere bisogno di un sostegno a supporto di una corretta circolazione. Come per tutte le calze, sono caratterizzate da una suddivisione in denari che ne definisce lo spessore ma, inoltre, riportano anche un’indicazione per la pressione, solitamente intorno ai 5-6 mmHg.

Le calze preventive sono solitamente da 40, 70 o 140 denari. Le prime sono perfette in caso di leggera pesantezza alle gambe e possono essere utilizzate quando si sa di dover affrontare una lunga giornata in piedi. Le calze da 70 denari sono indicate quando si hanno gonfiori più frequenti o maggiori. Infine, i modelli da 140 denari sono necessari quando sono presenti le varici.

L’importanza delle calze terapeutiche

Quando il problema relativo alle vene è più grave, la calza elastica preventiva può non essere sufficiente. L’insufficienza venosa viene considerata una vera e propria malattia che può degenerare in trombosi, flebiti e altro. In questi casi le calze preventive non sono sufficienti e sono necessarie quelle terapeutiche, con pressioni di almeno 18 mmHg.

A differenza delle calze preventive, quelle terapeutiche non si differenziano in base ai denari ma in base alla pressione esercitata alla caviglia. Pertanto, esse si divino in quattro classi (leggera, moderata, forte e molto forte) caratterizzate da differenti valori di pressione di mmHg. In particolare si ha:

– Classe leggera: mmHg = 18-21
– Classe moderata: mmHg = 23-32
– Classe forte: mmHg = 34-46
– Classe molto forte: mmHg = da 49 in su

Calze terapeutiche per sport

Per avere sempre gambe sgonfie e riposate con le calze elastiche è necessario, soprattutto in caso di problematiche più gravi, garantire sempre il giusto sostegno alla propria circolazione. Per questo motivo, le diverse case farmaceutiche che realizzano calze a compressione graduata, da diversi anni realizzano anche calze specifiche per uso sportivo.

Chi pratica sport a basso impatto, come camminata veloce, corsa lenta, ciclismo o una semplice attività di cyclette e aerobica, assicura un importante supporto alla circolazione venosa. Ma quando si hanno rischi di flebiti o comunque problematiche più accentuate a livello circolatorio, è importante associare allo sport anche le calze compressive.

Per assicurare la giusta traspirazione durante l’attività fisica, le calze compressive ad uso sportivo sono realizzate con filati particolari e tecnici, in grado di assicurare sostegno alla circolazione ma anche il massimo comfort allo sportivo.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.