Massaggio anti-age: i massaggi antirughe e anti-invecchiamento

In molti si chiedono se il massaggio anti-age funziona davvero: è possibile un trattamento anti-invecchiamento tramite le manipolazioni quotidiane?

Il massaggio anti-age, funziona davvero? Prevenire è meglio che curare… e soprattutto è meglio che ricorrere al bisturi, quando si tratta di rughe e segni dell’età. I massaggi facciali anti-invecchiamento rappresentano un argomento di discussione in materia, dato che secondo molti operatori del massaggio è possibile lavorare con trattamenti di manipolazione anti-age in modo costante, per una pelle giovane ed elastica.

La prevenzione antirughe

Durante questi decenni si sono sempre più sviluppate le tecniche di frizione e manovre facciali, in grado di causare effetti rilassanti e rassodanti sulla pelle, e in diversi programmi del corso massaggiatrici viene affrontato questo argomento, di antica origine.

Già, perché l’idea di mantenere tonica la pelle e massaggiare il volto in funzione di prevenzione anti-rughe è antica, ci arriva dall’Oriente e dalle pratiche di massaggio estetico, tramandate nei secoli fino ai nostri giorni.
Le origini orientali del massaggio antirughe risalgono alle tradizioni indiana ayurvedica e a quella dei massaggi cinesi, in cui si stimolava la circolazione linfatica e venosa ai fini di una riattivazione costante di tessuti e cellule del volto.

I massaggi facciali antirughe agiscono su alcune parti del viso ma anche del corpo, in cui secondo questa tradizione si concentra l’energia vitale per il ringiovanimento.

Tra i massaggi cinesi anti-invecchiamento, il Tuina è quello più conosciuto. Utilizza la tecnica della digitopressione sul viso, come nella tradizione del massaggio shiatsu.
La pressione delle dita stimola le zone del viso con manovre intense, che agiscono anche sulle aree limitrofe come collo e décolleté.

Si agisce sullo scioglimento dei muscoli e dei tessuti con un’azione meccanica decisa, di digitopressione anti-age in grado di rimodellare il volto tramite un doppio canale. Sia tramite l’azione di pressione, sia riattivando il canale energetico che scorre sul volto.
Armonizzare le energie tramite il massaggio facciale può portare, se fatto in modo mirato, a dei risultati non solo di prevenzione anti-invecchiamento ma anche di rimodellamento di alcune zone.

L’azione dei massaggi anti-invecchiamento

La tecnica di manipolazione antirughe crea un afflusso del sangue maggiore, nelle zone trattate dal massaggio, riattivando il metabolismo cellulare e fornendo maggiore ossigeno ai tessuti. L’ossigenazione porta le cellule ad un rapido rinnovamento, donando luminosità al volto e rassodando la pelle tramite il massaggio.
Il tessuto cutaneo potrà distendersi con una pelle morbida, più compatta e uniforme, lontana da tutte le tensioni che induriscono i tratti e portano alla formazione delle rughe di espressione.
Inoltre, i massaggi di distensione anti-age stimolano la produzione di elastina e collagene, per mantenere la pelle elastica, evitando ispessimento e disidratazione.

Il drenaggio dei liquidi che si accumulano negli interstizi delle cellule, è importante per creare una distensione della cute, dato che i liquidi provocano dei gonfiori, come accade alla cellulite.
Tali massaggi anti-age vanno effettuati in modo continuo, in modo da prevenire la decadenza dei tessuti cutanei di viso e collo
Se vengono effettuati in modo costante, tali massaggi facciali antirughe prevengono la decadenza della pelle del viso e del collo in modo consistente.

La tecnica antirughe

Un operatore del massaggio anti-age deve analizzare la pelle prima di tutto, valutando l’azione da effettuare e i tempi per dei risultati importanti. Di certo già dal primo massaggio si traggono dei benefici, ma deve essere costante l’azione anti-invecchiamento delle frizioni e manipolazioni.

La pelle, pulita in modo approfondito, non deve essere troppo secca per evitare frizioni che la arrossino. Può subire un massaggio all’inizio con le mani aperte, e leggere pressioni delle dita sul volto, armonizzando i movimenti con il respiro e la decontrazione muscolare della parte superiore.

Si devono effettuare manovre di pressione che vadano ad aumentare, fino ad intervenire con dei pizzicotti, che sembrino scollare la pelle per riattivarne i tessuti.

La tecnica è detta anche pincé-roulé e prevede che la cute venga presa tra indice e pollice per un bel pizzicotto! Si muovono le dita, aggiungendo quello medio, come a controllare la densità della pelle, attivando così la circolazione sanguigna dei piani dei fasci muscolari e connettivi al di sotto del derma.

Si agisce sui tessuti profondi, e si vanno a toccare anche le ghiandole del sudore e quelle sebacee, per un’azione linfatica e sui tessuti totale ed efficace.

Dopo le manovre di pincé-roulé si vanno ad effettuare delle azioni di rotazione e pressione su fronte, testa e altre zone del viso, in grado di distendere i tratti del viso, dopo la riattivazione circolatoria. I muscoli si fanno flessibili e si distendono nei punti di energia della tradizione orientale (radice del naso, contorno labbra, lati delle narici, guance, mento inferiore, lati del collo, fronte).

Il frizionamento anti-age, si effettua invece con le mani aperte sul viso, che si allontanano e avvicinano in un’azione di massaggio che coinvolge ogni zona, compresi zigomi e guance. Le mani tirano la pelle distendendola, tramite i palmi aperti che scivolano su e giù per il viso. I pollici sono punti fermi da tenere sul celebre “terzo occhio” ovvero nello spazio tra i due occhi, in cui si effettua una pressione con i polpastrelli per il contorno occhi, magari con un olio o crema adeguati a questa zona.

Si possono usare, infatti, nel massaggio anti-age anche le creme o lozioni apposite, per potenziarne l’effetto e agire sulla micro-circolazione. Spesso vengono predilette creme rassodanti o solo nutrienti, meglio se di origine vegetale per evitare arrossamenti e nutrire la pelle in profondità con sostanze fondamentali anti-invecchiamento come amidi, sali minerali, vitamine e proteine antiossidanti.

Massaggi anti-età per il corpo

Queste manovre si possono effettuare anche su altre zone del corpo, come per gli arti inferiori, per riattivare tessuti e circolazione in funzione non solo anti-invecchiamento ma anche anticellulite.
Inoltre, in un’ottica di riflessologia si andranno a stimolare i punti dei meridiani energetici del viso, in collegamento con le altre zone del corpo, come la filosofia orientale insegna.

Per non ricorrere a chirurgia plastica e iniezioni re-fill per levigare il viso dai segni dell’età, quindi, si può scegliere di effettuare dei massaggi continui, favorendo l’elasticità della pelle con sedute anti-age presso massaggiatrici esperte ed estetiste, oltre che con massaggi fatti da se stessi a casa, anche tutti i giorni.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.