10 Cose da vedere in Sicilia

State pianificando di visitare la Sicilia per le vostre prossime vacanze o magari un viaggio per lavoro e vi piacerebbe sapere qual è il posto più bello della Sicilia?

Devi sapere che ci sono così tanti posti meravigliosi da vedere in Sicilia, un’isola italiana ricca di storia e cultura, che non potrai farne a meno di organizzare un vero e proprio itinerario di viaggio!

Sicilia: cosa vedere assolutamente

La Sicilia offre numerosi luoghi di interesse, tra cui Ragusa, Modica, il teatro romano di Taormina, la Valle dei Templi di Agrigento, anche se queste sono solo alcune delle numerose attrazioni della Sicilia. Scoprirete tra le altre cose da vedere in Sicilia, anche una grande quantità di bellezze naturali, come le meravigliose spiagge della Sicilia, le riserve naturali e i suoi vulcani.

Ogni spirito libero, ogni anima appassionata di viaggi può essere catturata dal fantastico intreccio di storia, arte, cultura e natura della Sicilia. Ma scopriamo subito cosa vedere della Sicilia.

I migliori posti da visitare in Sicilia

Creare un elenco definitivo delle 10 cose da vedere in Sicilia non è semplice, dal momento che ci sono così tanti luoghi e cose da vedere in Sicilia, che scegliere quali luoghi visitare non è un lavoro facile e inserirle in una lista che non può essere infinità è davvero un peccato!

In questa lista abbiamo cercato di elencare la migliore lista Top 10, dei posti da visitare in Sicilia (orientale e occidentale), ritenendo utili e più importanti le destinazioni significative che pur essendo più tradizionali, meritano comunque di essere visitate almeno una volta nella vita.

Per cui, scopriamo subito cosa vedere in Sicilia!

Cosa vedere in Sicilia orientale

Ragusa

Se volete sapere cosa visitare in Sicilia, sicuramente vi è Ragusa! Situata in cima allo sperone meridionale degli Iblei, Ragusa è una delle mete imperdibili della Sicilia orientale. Oggi vediamo due nuclei urbani distinti: Ibla e Ragusa.

Quest’ultima illustra la città contemporanea, che conserva una struttura medievale tradizionale composta da magnifici palazzi e chiese barocche. Esplorate Ibla e scoprite i suoi capolavori: è l’opposto di Ragusa. Il Duomo di San Giovanni Battista e la Chiesa di Santa Maria della Scala, ad esempio, sono esempi superbi di eleganza e raffinatezza.

Piazza Armerina e Villa del Casale

La Piazza Armerina e la Villa del Casale sono tra le altre cose da vedere in Sicilia, se siete in questa bellissima terra! Questa villa storica, divenuta Patrimonio dell’Umanità nel 1997 e appartenuta a un membro dell’élite senatoria romana, è uno dei più importanti manufatti romani in Sicilia. Oltre che per la sua imponente forma architettonica, questa villa è rinomata per i numerosi mosaici che decorano il suolo e le pareti delle varie camere, raffiguranti attività quotidiane. I Romani amavano divertirsi ed esprimere i loro desideri e questi mosaici rivelano un po’ della loro natura lasciva!

Il Barocco del Val di Noto

I capolavori del tardo barocco concentrati nel ragusano e nelle zone limitrofe sono merito del Commissario Montalbano. Nel 1693, un terremoto devastò la zona e i suoi dintorni, non lasciando praticamente nulla in piedi. Per ricostruire la città ci si è attenuti al gusto estetico dell’epoca. Nel 2011, i 17 capolavori di Igor Mitoraj sono stati aggiunti per abbellire l’antico luogo. Ci sono diverse località che meritano di essere viste e vissute nonché Ragusa Ibla, Modica, Scicli e Noto, tutte vicine geograficamente e tematicamente. Se avete bisogno di una pausa dalle visite turistiche, potete sempre visitare una delle belle spiagge della zona.

Etna

L’enorme vulcano Etna, che si trova in Sicilia, è ancora attivo e crea spettacoli meravigliosi poiché rilascia spesso colate di lava. Ci riferiamo ovviamente a questa enorme “montagna” in provincia di Catania. La cima sempre fumante dell’Etna, visibile da numerose località dell’isola (anche da Palermo), ci ricorda che l’attività vulcanica è ancora frequente e continua. Vale la pena fare un’escursione perché camminare su fiumi di lava incandescente che scorrono sotto il suolo, tra rocce nere di colate passate, attraverso immense distese di prati verdi e fioriti e accanto a coni eruttivi, ci darà emozioni che non possiamo descrivere.

Isole Eolie

Durante il vostro soggiorno in Sicilia non potete non visitare le Isole Eolie. Queste isole vulcaniche offrono panorami che non dimenticherete presto, soprattutto Stromboli e Vulcano, dove esistono ancora crateri attivi. Ogni aspetto delle Eolie, è un paradiso.

L’arcipelago conta cinque isole principali, ognuna con una propria personalità. Potrete tuffarvi nelle acque color cobalto di Lipari, l’isola più grande, o godervi i magnifici paesaggi di Panarea e Salina, entrambe rinomate per la loro rigogliosa vegetazione. Alicudi e Filicudi sono le meno conosciute ma anche le più genuine.


Riviera dei Ciclopi

Tra le cose da vedere nella Sicilia orientale, ci troviamo lungo la panoramica Riviera dei Ciclopi. La Riviera dei Ciclopi va da Acireale ad Aci Castello ed è lunga 12 chilometri. La costa dei Ciclopi, grazie alle sue grandi rocce che emergono dal mare, prende il nome dal ciclope, uno dei figli di Urano e Gaia. Secondo l’Odissea, Polifemo scagliò dei massi contro Ulisse mentre fuggiva. I Faraglioni dei Ciclopi fanno oggi da sfondo agli incantevoli villaggi di Aci Castello e Aci Trezza. Antiche eruzioni laviche sottomarine crearono queste impressionanti formazioni.

Caltagirone

La città di Caltagirone è definita la “gemma siciliana” e si trova sulle catene montuose dei Monti Erei e degli Iblei e custodisce alcuni dei tesori barocchi più originali della Sicilia. Tra le attrazioni da visitare c’è la Cattedrale di San Giuliano ma saranno soprattutto le ripide strade e il centro storico di Caltagirone a incuriosirvi.

Cefalù

Cefalù è una graziosa cittadina costiera, che quasi sicuramente avete visto per la prima volta in una fotografia. La spiaggia e le sue barche colorate danno un senso di pace e di appagamento.

È un po’ diversa da come la si vede oggi, perché è diventata una popolare località balneare, ma conserva ancora il suo fascino naturale. È frequentata tutto l’anno, quindi non vi consiglio di andarci se cercate un po’ di serenità.

Se si avesse tempo, si dovrebbe visitare la Cattedrale Normanna di Cefalù e salire in cima a la Rocca di Cefalù, il punto di riferimento del vostro tour turistico.

Cosa vedere in Sicilia occidentale?

Scala dei Turchi

La Scala dei Turchi della Sicilia occidentale è una delle attrazioni da non perdere. La costa di Agrigento è un luogo eccellente per gli amanti della natura, poiché offre paradisi naturali. Questa scogliera calcarea è così bianca da sembrare irreale. Ciò che è notevole della Scala dei Turchi non è solo la sua tonalità, ma anche il metodo con cui si è formata nel corso di molti secoli, quando l’erosione ha provocato la caduta di rocce. Ed è qui che ha avuto origine il termine “scala”.

I tempi di Segesta

La Sicilia occidentale ospita il sito archeologico di Segesta, che sorge sulle pendici terrazzate del Monte Barbaro. Varrebbe la pena di visitarla anche solo per il suo incantevole scenario, ma Segesta fu la più grande nemica di Selinunte e divenne una potente città-stato solo dopo la sua scomparsa. Il Tempio dorico, il meglio conservato in tutta Italia, è una delle cose che possiamo vedere oggi. Da non perdere anche il teatro antico, immerso in uno splendido scenario dell’entroterra siciliano.


Sicilia: altre cose da fare

In questo mare di mari tropicali multicolori si trovano anche tesori barocchi, villaggi segreti di montagna, percorsi di trekking e riserve naturali selvagge. Non mancano certo i luoghi da visitare in Sicilia, una vera e propria miniera di tesori. Era dunque impossibile non citare tra tutte le altre bellezze, quali sono le altre cose da vedere in Sicilia.

Saline di Marsala

Marsala è una delle principali attrazioni della Sicilia occidentale, dove si produce vino. L’architettura barocca siciliana, unica nel suo genere, è conservata nel colorato nucleo storico della città.

Marsala possiede molte gemme preziose, tra cui la splendida Chiesa Madre e le magnifiche decorazioni della Chiesa del Purgatorio.

Non è l’unico motivo per cui Marsala è affascinante: il suo ambiente conserva habitat unici. La Riserva Naturale dello Stagnone è un’oasi di grande importanza, dove rimarrete affascinati dall’acqua rosa e dal sale bianco. Antichi mulini e le notevoli Isole dello Stagnone fanno da sfondo alla Riserva Naturale dello Stagnone. L’Isola di Mozia, che ospita reperti fenici e tramonti mozzafiato, è tra le cose più belle da fare a Marsala.

Il Borgo medievale di Trapani ed Erice

Trapani non è un luogo imperdibile della Sicilia, ma è comunque un ottimo punto di partenza per visitare almeno tre siti importanti: le isole Egadi, il borgo medievale di Erice, e il tempio di Segesta.

È un piccolo borgo medievale situato a 750 metri sul livello del mare su una scogliera rocciosa che domina Trapani. La funivia è uno dei modi più originali per arrivarci. Il parcheggio in estate è una sfida, quindi se volete guidare, buona fortuna! Da Trapani, il biglietto di andata e ritorno della funivia costa 9 euro e offre una vista straordinaria. Ecco alcune delle attrazioni che potrete vedere a Erice: la chiesa medievale del 14° secolo, il castello di Erice, il Monte Cofano e San Vito Lo Capo, le stradine medievali con i suoi negozi turistici, la pasticceria di Maria Grammatico.

Le isole Egadi

Le Isole Egadi sono un luogo fantastico per gli amanti del mare. Cosa si può desiderare di più per una vacanza se non un mare eccellente, cibo fantastico e relax? Si raggiungono in mezz’ora e si possono ammirare splendidi scenari marini e relax. Ogni anno la spiaggia di Cala Rossa a Favignana viene nominata una delle migliori spiagge d’Europa. Non solo troviamo la spiaggia di Cala Rossa a Favignana ma sono molto frequentate anche la vicina Levanzo, che presenta piccole calette deliziose, e la lontana e rocciosa Marettimo, anch’essa molto bella.

Isola dei Conigli a Lampedusa

Uno dei mari più belli del mondo, secondo gli utenti di TripAdvisor, è Lampedusa, un’isola al centro del Mediterraneo vicino all’Africa. Questa piccola isola, incontaminata e pura, non ha nulla da invidiare a isole più famose e lontane come la Polinesia o le Mauritius. L’Isola dei Conigli è la spiaggia più conosciuta, ma anche le altre meritano di essere visitate! Se ne avete la possibilità, potete visitare anche Linosa, più piccola e meno famosa, ma comunque incantevole.

Riserva Naturale Orientata dello Zingaro

La Riserva dello Zingaro, la prima area naturale protetta della Sicilia per il suo valore ambientale, si trova tra Scopello e San Vito lo Capo. La vista dalle scogliere che si affacciano sulle acque turchesi del Mediterraneo è uno dei tanti paradisi della Sicilia. Le spiagge di questa regione sono particolarmente attraenti, tra cui: Cala Capreria, Cala Disa, Cala Torre dell’Uzzo e Cala Beretta sono le uniche spiagge accessibili a piedi. Inoltre, l’accesso alla riserva è vietato alle automobili. In questo modo si preserva l’ecosistema unico dell’area.

Cosa vedere in Sicilia in una settimana

In questo post, vedremo cosa vedere nella Sicilia orientale e occidentale. Abbiamo creato una mappa dell’isola che illustra le località da visitare durante il vostro soggiorno. Cosa vedere in Sicilia orientale? Vediamo subito!

Siracusa e Isola di Ortigia

Ci sono molte cose belle da vedere a Siracusa, un’altra città molto interessante. Il centro storico in stile barocco, dove spicca la splendida chiesa, il teatro greco, l’Area Marina Protetta del Plemmirio e l’Orecchio di Dioniso sono tutte cose da vedere.

Taormina

Taormina è una delle destinazioni turistiche più famose e popolari della Sicilia, con una splendida vista sul mare, un incantevole centro storico, uno dei teatri greci meglio conservati al mondo e l’Etna alle spalle. Oltre che per la bellezza, Taormina è rinomata per i suoi hotel di lusso, per la cucina raffinata e per le numerose attrazioni. Durante la stagione estiva, lo spettacolare teatro è molto frequentato per spettacoli e rappresentazioni.

Palermo

L’inizio della nostra escursione non può che avvenire a Palermo, la principale città della Sicilia e capitale del Regno delle Due Sicilie, che si affaccia sul mare. Oltre a essere una città ricca di tesori storici, Palermo è anche la patria di re e nobili.

Non trascurate la Cappella Palatina, il palazzo della cattedrale dei Normanni, la Chiesa della Martorana, le numerose ville settecentesche e i mercati di Palermo. Se amate il mare, la spiaggia di Mondello è un luogo fantastico da visitare. L’eccellente cucina e la gastronomia di Palermo sono ben note. Recentemente Palermo è stata nominata il quinto posto al mondo per il cibo di strada, nonché la prima città europea a farlo. Sfincione, panelle, rosticceria, arancine e molto altro sono solo alcuni dei prodotti che potrete gustare qui.

Catania

Catania, uno dei siti siciliani Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, è un vero e proprio tesoro. È una delle destinazioni più popolari della Sicilia orientale. Grazie al suo status di Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, molti visitatori vengono qui per vedere l’architettura barocca della città. L’architettura barocca di Catania è diversa da quella delle altre città siciliane. La pietra lavica scura dell’Etna è stata utilizzata per costruire il centro storico della città, dando vita a uno stile architettonico distinto noto come “barocco nero”. La piazza del Duomo è il centro visivo della città e vanta l’Elefante di Pietra, una statua di elefante fatta di pietra. Al centro della piazza si trova la cattedrale, da cui si gode una vista mozzafiato.


Cosa vedere in Sicilia in 10 giorni

La notevole diversità del paesaggio, della cultura e delle tradizioni della Sicilia è ciò che rende l’isola così attraente. Potrete ammirare rovine greche e romane, ma anche resti arabi, bizantini e normanni, nonché stili architettonici che vanno dal classicismo al barocco siciliano.

I paesaggi naturali della Sicilia vi stupiranno sicuramente, data la sua vasta gamma. Rimarrete affascinati dall’idilliaca vegetazione costiera che si alterna alle maestose aree interne, grazie alla splendida macchia mediterranea. Anche il turista più esigente sarà soddisfatto dalle acque cristalline, dalle montagne e dalle colline della Sicilia.

Mulini a vento di Mozia

Mozia, un’isoletta della laguna dello Stagnone in provincia di Trapani, è stata abitata dai Fenici fin dall’antichità. Poiché i mulini a vento non sono solitamente collegati alla Sicilia, una delle attrazioni più notevoli di questa piccola isola sono le sue pittoresche torri in stile olandese. Si trovano vicino alla riva come uno dei luoghi più insoliti e fotogenici di tutta la Sicilia, dove un tempo venivano utilizzate per purificare l’acqua del mare.

Valle dei Templi di Agrigento

Oltre a essere una delle destinazioni più popolari della Sicilia, la Valle dei Templi di Agrigento, uno dei più grandi depositi della civiltà greca, è una meta imperdibile. Percorrere la valle è un’esperienza impareggiabile. La magnificenza dell’arte, della cultura e della storia è ciò che rende questo sito così emozionante. Il tempo sembra essersi fermato mentre si respira la bellezza dell’arte.

I tempi di Selinunte

Il sito archeologico di Selinunte, nella Sicilia occidentale, dovrebbe essere incluso nella lista dei luoghi da visitare. L’antica Selinunte fu distrutta nel 409 a.C. dalla città di Segesta, alleata di Siracusa e ad essa ostile. Tuttavia, ciò che rimane oggi è un parco archeologico di grande valore. Al suo interno troverete sette templi, oltre a cimiteri e alla Grotta di Cusa, una delle attrazioni più interessanti. Infine, questa località vi offrirà una vista sul mare a dir poco meravigliosa. Sebbene la città fosse un’importante potenza marittima, era situata su un’alta scogliera che dominava il Mar Mediterraneo.

Monreale

Dovete assolutamente trovare il tempo per vedere il Duomo di Monreale, che si trova a soli 20 minuti da Palermo. Si tratta di una delle chiese medievali più importanti d’Europa. La cattedrale si è giustamente guadagnata un posto nella lista dei siti patrimonio dell’umanità dell’UNESCO in Italia e in Sicilia, dove è considerata l’ottava meraviglia del mondo. È un gioiello architettonico che vi stupirà per la sua varietà di stili.

Come arrivare e dove dormire in Sicilia

Per raggiungere la Sicilia, ci sono tre aeroporti dislocati tra Catania, Trapani e Palermo.

Chi invece preferisce avventurarsi e fare qualche escursione, consigliamo di soggiornare in una delle località costiere tra cui: Castellammare del Golfo, Favignana, Lipari e Fontane Bianche, oppure consulta le altre offerte su booking.

Potete scegliere di visitare Palermo o Catania, nella Sicilia occidentale, oppure optare per un tour completo. Se non avete molto tempo a disposizione, scegliete una delle due località in base alla vostra disponibilità.

➡️ Prenota ora e soggiorna in uno degli hotel di Palermo ⬅️

Se volete visitare la Sicilia occidentale, scegliete Palermo e San Vito Lo Capo, se preferite fermarvi nella Sicilia orientale optate per Taormina, Noto, e Catania.

Booking.com